Condividi su

“Intrecci di vita 2.0”: un’esperienza indimenticabile nel borgo di Squillace

Squillace, 15 febbraio 2024 – Un’entusiasmante giornata all’insegna della scoperta, della creatività e della tradizione ha caratterizzato il workshop organizzato dal progetto “Intrecci di vita 2.0” nel borgo di Squillace. L’iniziativa del progetto, realizzato con il sostegno di Fondazione con il Sud e Enel Cuore Onlus nell’ambito del bando “Nel cuore del Sud”, ha visto la partecipazione dei bambini della scuola elementare “Mario Squillace” di Montepaone.

Un progetto per l’inclusione sociale e lavorativa

INTRECCI DI VITA 2.0 è un progetto realizzato da Associazione Spazio Aperto ODV, capofila, in partenariato con l’Azienda Regionale per lo Sviluppo dell’Agricoltura Calabrese – ARSAC, i Comuni di Girifalco e Squillace, Fondazione Città Solidale, Cooperativa “Tra Cielo e Terra”, AMA Calabria, Vitambiente APS, Laboratorio tessile artigianale Universochiara di Chiara Pirroncello. Ha il duplice obiettivo di favorire l’inclusione sociale e lavorativa di 20 donne in condizioni di svantaggio sociale all’interno del settore tessile e, allo stesso tempo, riscoprire e valorizzare questa antica tradizione artigiana, che può diventare uno strumento di sviluppo locale dei piccoli borghi delle aree interne del territorio.

L’iniziativa, che si svolge nei borghi di Squillace e Girifalco, partner di progetto, rappresenta un esempio virtuoso di collaborazione tra enti del terzo settore, istituzioni locali e aziende private per la valorizzazione del territorio e delle sue risorse umane.

Un viaggio tra arte, storia e sapori: laboratori di tessitura e saponificazione

I piccoli protagonisti, accompagnati dai loro insegnanti, hanno potuto sperimentare diverse attività, tutte legate alla cultura e alle tradizioni calabresi.

Nei laboratori di AMA Calabria, i bambini hanno potuto cimentarsi con l’arte della tessitura a telaio, guidati da esperte artigiane che hanno trasmesso loro i segreti di questa antica tradizione. Attraverso il gioco hanno potuto sperimentare l’attività di tessitura, creando piccoli manufatti da portare a casa.

L’esperienza è poi proseguita con la creazione del sapone: i bambini, utilizzando ingredienti naturali come l’olio d’oliva e le essenze agrumate tipiche della Calabria, hanno imparato a realizzare saponette profumate e colorate.

La scoperta del Museo Diocesano di Squillace

La giornata si è conclusa con una suggestiva visita al Museo Diocesano di Arte Sacra di Squillace, dove i bambini hanno potuto ammirare opere d’arte di inestimabile valore, immergendosi nella storia e nella cultura del territorio.

Un momento di particolare emozione è stato dedicato alla visita della cappella del Principe Goffredo Borgia, marito della principessa Sancia d’Aragona, a cui è ispirata la favola “La tessitrice del castello”, presentata in esclusiva ai bambini durante il workshop.

La favola “La tessitrice del castello”: un omaggio alla tradizione e al territorio

La favola, ideata e scritta appositamente per il workshop, celebra le antiche tradizioni tessili calabresi e la bellezza del borgo di Squillace con il suo castello. Le parole della favola “La tessitrice del castello” hanno trasportato i bambini in un mondo magico. Le loro fantasie si sono accese ascoltando le storie di tradizione tessile calabrese e del Castello di Squillace. Un’esperienza indimenticabile che ha trasmesso l’amore per la cultura e la bellezza del nostro territorio calabrese!

Un futuro pieno di speranza per le donne di Squillace e Girifalco

Le donne che hanno partecipato al progetto “Intrecci di vita 2.0” hanno acquisito nuove competenze e professionalità nel settore tessile. Grazie al progetto, avranno la possibilità di inserirsi nel mondo del lavoro attraverso l’erogazione di borse lavoro e l’avvio di una cooperativa sociale che si occuperà della produzione e della commercializzazione di prodotti tessili artigianali.

Il progetto “Intrecci di vita 2.0” rappresenta un esempio di come la cultura, la tradizione e l’artigianato possano essere strumenti di inclusione sociale e di sviluppo economico per il territorio calabrese.

Un’occasione per valorizzare il territorio

Si ringrazia Fondazione con il Sud, Enel Cuore Onlus, enti finanziatori del progetto, l’ODV Spazio Aperto, capofila di progetto, insieme ai suoi partner: Comune di Squillace e Girifalco, AMA Calabria, ARSAC Calabria, Fondazione Città Solidale Onlus, Cooperativa tra Cielo e Terra, UniversoChiara, Vitambiente, e tutti coloro che hanno contribuito al successo del workshop.

Alla prossima!